Interview with Anna Tits - italian

 

Interview mit Anna Tits, judge and breeder of russian dobermann kennel "iz Doma Domeni"

 

Sylwia Salmanowicz

"Elite House" kennel

October 2009

deutsche Sprache

english version

tits.jpg

 

 

Sylwia Salmanowicz: Quando e come è iniziata la tua avventura con i dobermann?

Anna Tits: Nel 1965 la nostra famiglia voleva comprare il cane. Mia madre ha scelto il dobermann che era della combinazione di due bellissimi genitori – Gobbi e Westa. Tutti e due erano vincitori moscoviti e provenivano di linea di sangue molto vecchio che era esportato da un militare tedesco. Grazie a Wego Grand sono rimasto affascinato di tutto che era legato ai cani, per esempio l’addestramento oppure le mostre dei cani. Purtroppo, a causa di malattia il nosto cane ci ha lasciato prestissimo. Anche il mio cane seguente era dobermann e proveniva di purosangue linea tedesca. Quando mi sono iscritto all’ corso cinologo ( 1970) la mia meraviglia diventava di giorno in giorno più grande. Quando la Russia è entrata in FCI ho registrato il mio allevemento "iz Doma Domeni".

S.S: Esiste qualche dobermann del passato che Ti è restato impresso nella memoria?

A.T: Ogni cane aveva un carattere molto speciale ed era per me molto particolare. In passato mi facevo questa domanda e non ero in grando trovare la risposta. Ogni cane aveva il posto speciale nel mio cuore .


S.S: Puoi dire qualcosa di Mirakel v.d Rauberhohle – cagna importata di Germania?

A.T: Per la prima volta ho visto sua madre Nemesis Figi v. Koepsel in grande mostra in Svizzera a Berna e sono rimasto entusiasta. Ho conosciuto la famiglia MĂśller e in seguenti anni volevo avere la cagna da Nemesis. Ho ottenuto il cucciolo che era ibrido di Nemesis con Alfa Adelante del Citone. La mia conoscente l'ha portato per me da Stoccarda a Mosca,era una bella cagna di eccelente carattere, quasi come un angelo – che era ideale non soltanto a vari doveri ma anche come un cane di compagnia. Spesso era presente durante le mostre, 6 volte era il campione, Rus Club Champiom, il vincitore di sua classe a IDC 2000 , HD – A , IPO I . Sono molto fiero di possedere questa cagna.

 

28012.jpg

Mirakel v.d Rauberhohle



S.S Aspettavi che da accoppiamemto Di Mirakel e Jivago v.h Wantij, due fratelli della stessa figliata si dimostreranno come una razza speciale non soltanto in Russia ma anche in Europa?

A.T: Io come ogni allevatore aspettvo qualcosa speciale dai suoi cuccioli. È ovvio. Purtroppo non esiste qualche istruzione per gli allevatori . Bisogna contare sull'istinto e sulla sua esperienza. Ho scelto Jivago di cui si diceva che grazie a esso i cuccioli avrebbero avuti ossa forte. Di una figliata ( 5 cani) 3 erano scelti per IDC 2003 che si preannunciava un gran successo. Non aspettavo che tutti e due i fratelli Pimmus e Punsh riportassero i successi, tanto più sono fiero di loro.

S.S: Pimms oppure Punsh – quale fratello è più speciale per te?

A.T: Non è una domanda giusta. Tutti e due cani sono per me molto importanti. Posso soltanto dire che Pimms è molto simile a Jivago, invece Punsh è quasi come Mirakel / Alfa Adelante. Sia Pimms sia Punsh sono particolari per me.

 

0023.jpg

Pimms Number One iz Doma Domeni

 

2853.jpg

Punsh iz Doma Domeni


S.S: È facile arbitrare Dobermann? A che cosa rivolgi la massima attenzione?

A.T: Tanti giudici pensano che la razza di Dobermann sia facile da giudicare. In mia opinione la difficoltà sia la stessa per tutte le razze. Non c'è la differenza. All’inizio rivolgo l’attenzione agli standard, per esempio mi domando se il cane sia quadrato. Mi interessa anche il suo garrese alto e torace ( deve essere non soltanto largo ma anche bello ). In più il cane per compiere certi compiti dovrebbe avere la bella groppa, bella e lunga testa. Il fattore più importante è l’impressione che fa.

S.S: Come puoi valutare la razza dobermann?

A.T: In passato la gente richiamava attenzione sulla bellezza di questa razza, oggidì il cane deve anche essere capace di lavorare ( allora presentare i tratti caratteristici per i cani da compiere il compito ) però dobbiamo ricordare che non può sparire la loro bellezza. Oggidì si sottolinea importanza della salute ( è un fattore importante che riguarda anche altre razze ). Soltanto la bellezza di un cane non basta. È molto importante anche la loro salute e la voglia di compiere i compiti. Così abbiamo un cane ideale. DV cerca di risolvere tutti i problemi che riguardano la data razza.

S.S: Qual è il tuo atteggiamento verso tutti i pericoli legati alla salute (DCM) oppure alla tendenza di allevare i dobermann che sono sempre più pesanti?

A.T: I problemi riguradanti la salute apparivano anche in passato, però allora i cani non erano esaminati oppure non era la possibilità di farlo a causa di mancanza di base medica. Oggigiorno ci sono tanti risultati d’analisi che sono pubblicati e abbiamo la possibilità di paragonarli. Prima non esistevano questi mezzi. È bene che la gente si interessi di questo. Non importa se siamo allevatori oppure proprietari di cane. Se eliminiamo i cani malati simulaneamente tutti i problemi si cancellano. Se riguarda allevamento di cani sempre più pesanti – non possiamo dimenticare di avere dobermann e no rottweiler. Non possiamo permettere a situazione che i cani oltrepassino limite superiore di peso. Bisogna mantenere l’armonia tra l’altezza e il peso.

S.S: Secondo Lei Dobermann dovrebbe avere le orecchie tagliate e la coda amputata ? Che Lei pensa di vietare mettere in mostra i tali cani in numero sempre più grande in altri paesi?

A.T: Sono molto conseguente, il vero dobermann è per me cane con le orecchie tagliate e la coda amputata. Questo va anche d'accordo con la filosofia di Luis Dobermann. Alcuni allevatori dei dobermann dopo il vietato hanno cambiando la razza. Dicendo la verità anch’io faresti così Però devo aggiungere che durante addestramento tutti i cani sono per me uguali, non importa se hanno coda o no.


S.S: IDC in Russi, secondo te è possibile nel futuro?

A.T: Sono del parere che sia possibile però ci sono tanti fattori che sono contro quest'idea. Il primo che per tanta gente è molto lontano, il secondo - ognuno avrà bisogno del visto. È difficile ottenerla e poi è cara, però sarei contento di poter sopravvivere un tale evento.